Tinteggiature Esterni

La tinteggiatura delle pareti esterne è una lavorazione più complessa dell’imbiancatura degli interni.
Nelle tinteggiature delle facciate oltre allo stile, determinato dall’abbinamento dei colori e delle decorazioni, è necessaria la giusta scelta dei materiali in relazione al tipo di intonaco da pitturare e al suo stato di degrado causato dagli agenti atmosferici o dall’umidità.

Per quanto riguarda i pericoli derivanti dall’esterno dei muri (agenti atmosferici) se una finitura non è sufficientemente impermeabile avremo un “inumidimento” del film di pittura facilitando così la formazione di muffe, alghe e licheni sulla facciata.

L‘umidità invece costituisce il principale problema derivante dall’interno dei muri.
Il suo passaggio sotto forma di vapore acqueo attraverso la pittura comporta un suo graduale deterioramento provocando inestetici distacchi e rigonfiamenti. L’umidità può penetrare nei muri dalle falde acquifere per risalita, dall’interno dell’edificio per condensa o per infiltrazione dalle microfessurazioni e crepe presenti nella facciata. Una buona tinteggiatura deve quindi essere effettuata con prodotti traspiranti, ossia permeabili al vapore acqueo.

Le proprietà di idroreppellenza, impermeabilità e traspirabilità delle pitture impiegate nelle tinteggiature sono quindi determinanti per una buona riuscita dei lavori, per una la loro durabilità nel tempo e per garantire al tempo stesso un certo confort all’interno della casa.

63-768x10241
foto-iphone-004-1024x7681
foto-cantieri-152-1024x7681